Locandina 25-11-11

Il Centro Antiviolenza di via Mascherona a Genova , inaugurato il 25 novembre 2008 in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,  nasce dalla volontà condivisa  di oltre 50 soggetti tra Enti Locali e Associazionismo costituiti formalmente in  “Rete Provinciale contro la Violenza di Genere” il 19 novembre 2007 e coordinata dalla Provincia di Genova.

Il Centro è stato in questi anni finanziato dalla Regione Liguria, ai sensi della L.R. 12/07 “Interventi di prevenzione della violenza di genere e misure a sostegno delle donne e dei minori vittime di violenza”  ed è gestito dalla Provincia di Genova e dal Comune di Genova, proprietario dell’immobile ove il Centro stesso è ubicato .

I finanziamenti Regionali, assieme a cospicue risorse di bilancio dei due Enti, sino ad oggi hanno garantito il funzionamento del Centro di Via Mascherona,  gli interventi di sostegno alle donne, compreso l’eventuale inserimento in struttura, ed il sostegno ai cinque Centri di ascolto distaccati sul territorio provinciale ( Busalla,  Campomorone, Mignanego, Chiavari, Lavagna), coprendo una spesa complessiva di  circa 150.000,00 euro.

Nei tre anni di attività, complessivamente sul territorio provinciale, hanno trovato un punto di riferimento e di ascolto circa 900 donne e di queste ne sono state prese in carico  circa 420. Il Centro di Via Mascherona, tramite i Servizi Sociali del Comune di Genova e quelli dei Comuni aderenti alla rete,  può fare ricorso a quattro strutture di accoglienza.

Il Centro di Via Mascherona fa parte della Rete Nazionale Antiviolenza afferente al  Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è riferimento territoriale del numero di pubblica utilità nazionale 1522

I tagli effettuati dal Governo,  attraverso le diverse manovre finanziarie,  che hanno colpito sia la Regione che gli altri Enti Locali, hanno fatto sì che la Regione abbia notevolmente ridotto i propri finanziamenti e reso impossibile, per Comune e Provincia di Genova, sopperire con propri fondi in modo da garantire il mantenimento dei servizi in futuro.

Ad oggi la prospettiva è pertanto la chiusura del Centro Antiviolenza di Via Mascherona e dei Centri distaccati sul territorio al 31.12.2011.

Per non disperdere completamente ciò che è stato fatto,  dare un senso all’esperienza maturata in questi tre anni e poter continuare a dare risposte concrete alle donne e ai minori vittime di violenza, la Rete Provinciale contro la Violenza di genere, pur continuando a ribadire la necessità che il tema della contrasto alla violenza contro le donne sia  parte integrante delle politiche sociali nazionali e locali e pertanto finanziato adeguatamente,  intende avviare una campagna di raccolta fondi per sostenere sia il Centro di Via Mascherona che i Centri distaccati.

I versamenti vanno effettuati sul c/c 1000/860 Banca Intesa San Paolo Filiale 3948 intestato a: Gruppo Mafalda Sampierdarena Fondo Centro Antiviolenza

IBAN: IT40D0306901455100000000860

 

 

RETE PROVINCIALE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

Per info: Ufficio Pari Opportunità Provincia di Genova: 010 5499543

mail: cpo@provincia.genova.it

 

ADERENTI ALLA “RETE PROVINCIALE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE”

AIDIA Sez. Genova, AIDM Consulta di Genova, AIED, Amnesty International Gruppo Genova, Arcilesbica Genova “Gruppo Sharon Kowalski”, ARCI Ufficio Migranti, ASD Associazione Sportiva Dilettantistica “Insieme per amicizia”, CEMP, CGIL Coordinamento Donne Liguria, CIF Chiavari, CISL Coordinamento Donne, CO.LI.DO.LAT., Circolo 9  marzo –  Gruppo “Mafalda” Sampierdarena, Comunità di San Benedetto al Porto, Consulta Femminile del Tigullio, Consulta Femminile di Genova, Croce Rossa Italiana Comitato di Genova, Donne in rete, FIDAPA Sez. Tigullio, Granello di senape o.n.l.u.s., Il cerchio delle relazioni, Laboratorio Politico di Donne, MAREA, Mignanego Soc. Coop. Sociale onlus, SPA Politiche di donne, U.D.I. Centro di accoglienza per non subire violenza, U.D.I. 25 Novembre 2008, Usciamo dal silenzio

Provincia di Genova – Assessorato alle Pari Opportunità

Consigliera di Parità della Provincia di Genova

Comuni di Arenzano, Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Busalla, Campo Ligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Chiavari, Cogoleto, Davagna, Genova, Lavagna, Mele, Mignanego, Rapallo, Ronco Scrivia, San Colombano Certenoli, Sant’Olcese, Serra Riccò, Sestri Levante, Uscio.

Servizi di Pronto Soccorso dell’A.O. San Martino, dell’A.O. Villa Scassi, E.O. Ospedali Galliera, dell’Ospedale Celesia, dell’Ospedale di Lavagna, dell’Ospedale San Carlo.

Le Asl: A.S.L. 3 Genovese e A.S.L. 4 Chiavarese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: