Hiroshima e dintorni

E’difficile riassumere la guerra 1914-1918, la Rivoluzione Russa, Versailles, la Repubblica di Weimar, la elezione di Hitler, e quindi non ci provo neppure. Ricordo solo che il Capitalismo, come sistema economico, non ha mai potuto tollerare scelte politiche che mettessero in discussione il suo potere assoluto, in questo non amando neppure scelte nazionaliste troppo di destra per due motivi: uno di principio: il nazionalismo, nel bene e nel male, pone una collettività (statuale, nazionale, razziale,…) al centro dei suoi interessi e può, in taluni rarissimi casi, essere persino di ostacolo alla totale libertà del mercato; uno di immagine: non è bello pubblicizzare uno spazzolino da denti dentro una baracca di Auschwitz o essere ufficialmente alleati di criminali riconosciuti tali da tutto il mondo, perché si rischia di non vendere più bene la propria mercanzia. E’ meglio quindi sbarazzarsene di certi regimi. Anche perché (terza ottima buona ragione per il Capitalismo) si acquisiscono dei diritti economici di basilare importanza.

Tutti ricordano il Piano Marshall la cui cioccolata e le cui sigarette hanno comprato la benevolenza di Italiani e Tedeschi massacrati dai bombardamenti statunitensi, e che De Gasperi si prodigava a encomiare garantendo il soddisfacimento delle esigenze del capitale nei Paesi sconfitti.

>>leggi tutto l’articolo>> a sinistra: Hiroshima e dintorni.

Annunci

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: