Cofferati: “Chi è eletto col Porcellum non può toccare la Costituzione”

L’adesione di Sergio Cofferati all’appello in difesa della Costituzione è convinta. Così come alla manifestazione che si terrà il 5 ottobre promossa da Stefano Rodotà, Maurizio Landini e Gustavo Zagrebelsky. E si carica anche del risvolto politico con la richiesta di andare al voto al più presto cambiando la legge elettorale. Al Pd, invece, stretto in uno scontro interno senza fine, chiede di fissare senza incertezza la data del congresso, di fare primarie aperte non escludendo un possibile sostegno a Matteo Renzi.

Il nostro appello ha già superato le 300mila firme. Lei lo condivide?

È un’iniziativa giusta. Penso, infatti, che nonostante ci sia bisogno di riforme istituzionali anche robuste, sia necessario farle nel momento giusto e seguendo i percorsi di garanzia fissati dalla Costituzione. Quindi il rispetto pieno dell’articolo 138. Nella fase attuale abbiamo il limite oggettivo di un Parlamento, eletto secondo i crismi della democrazia, ma con uno strumento, il Porcellum, che contiene vistosi limiti costituzionali come ha fatto notare la Consulta. Questo pone un problema di opportunità politica. Riforme impegnative e molto consistenti non possono essere affidate a un Parlamento che ha queste storture.

>>leggi tutto l’articolo>> Cofferati: “Chi è eletto col Porcellum non può toccare la Costituzione” – Il Fatto Quotidiano.

Annunci

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: